Miracolo a Venezia: alla Mostra del cinema, gli atei premiano “I baci mai dati”

Pubblicato il da UAAR Catania

da "ultimissime"

 

La quinta edizione del premio Brian, il premio della UAAR al film più laico in mostra a Venezia, va quest’anno al film I baci mai dati, della regista italiana Roberta Torre: un film ambientato nel quartiere popolare catanese Librino che mostra la “generazione spontanea” di un miracolo e la conseguente nascita di un colorato business del sacro.
Queste le motivazioni della giuria: il film mostra «con sguardo disincantato e notevole umorismo… gli elementi di una vera e propria trappola sociale cui non è facile sottrarsi. La vicenda si conclude con un vero miracolo, che tuttavia sembra aver poco a che fare con metafisici interventi divini, molto con l’affettività terrena e l’umana empatia».
Perché premio Brian? «Il riferimento è al film Brian di Nazareth, la commedia dei Monty Python del 1979 che faceva la parodia dei Vangeli – spiega Raffaele Carcano, segretario nazionale dell’Uaar – ma a noi piace pensare anche all’anagramma di Brain, cervello». Il nome Brian, comunque, è stato democraticamente scelto con un sondaggio sul sito internet dell’associazione, aperto a tutti i navigatori della rete.
La consegna del premio avverrà questo pomeriggio alle ore 18.30 presso Foscari 3 – The culture business, via Francesco Foscari 3, Lido di Venezia.

 


 

Con tag Comunicati UAAR

Commenta il post